Fuerteventura, la storia di un’isola magica..


La storia di Fuerteventura

Fuerteventura è di origine vulcanica e si è formata 21 milioni di anni fa.

Tuttavia, l’ultima eruzione vulcanica è avvenuta circa 5.000 anni fa.L’isola più antica delle Canarie fu abitata per la prima volta dalle tribù beduine africane dei Guanches intorno al 3.000 a.C.. Le Isole Canarie erano già menzionate nell’850 a.C. in uno dei 27.800 versetti dell’Odissea di Omero. Lì furono chiamate le “Isole dei Beati”. Le prime tracce dei Majoreros si trovano nel III secolo. La tradizione vuole che gli indigeni di Fuerteventura vivessero in piccole capanne e allevassero il bestiame. Ciò che è accaduto sull’isola fino al 1200 circa rimane nascosto nella storia, dato che non ci sono testimonianze.

Il cartografo Angelino Dulceta ha registrato Forte Ventura per la prima volta su una mappa nel 1339.

Nel XIV secolo l’isola era la patria dei cercatori d’oro e dei cacciatori di schiavi. Gli isolani erano molto ricercati nei mercati degli schiavi. Nel 1417 la tratta degli schiavi fu vietata dal papa, ma non poté essere completamente contenuta. Nell’anno 1404, il nobile normanno Jeau de Béthencourt entrò nell’isola. Trovò Fuerteventura divisa nei due regni Jandia e Maxorata. Presumibilmente, la linea di confine originale correva non lontano dall’attuale parco eolico della Costa Calma, che ancora oggi è visibile da un muro di pietra. Gli spagnoli sconfissero i due regni e fondarono la città di Betancuria nel 1405. Da quando il giuramento feudale fu pronunciato davanti al re spagnolo nel 1412, l’isola fa parte del territorio della Spagna.

Gli eredi degli ex conquistatori non erano molto entusiasti della solitudine e della terra arida.

Molte persone lasciarono l’isola e si stabilirono a Gran Canaria o in Venezuela. Nel XVII e XVIII secolo, Fuerteventura fu sempre più afflitta dai pirati. Per questo motivo furono costruite le torri di fortificazione El Cotillo e Callta de Fustes. Alla fine del XVIII secolo a Fuerteventura vivevano 10.000 persone. Le cronache raccontano di frequenti mancanze di raccolto e di anni di siccità.

Nel 1834 Antigua divenne la capitale dell’isola, sostituendo il primo insediamento di Betancuria.

A metà del XIX secolo, le Isole Canarie vengono dichiarate zona di libero scambio, cosa che fornisce a Fuerteventura un boom economico. La calce e i coloranti, tra le altre cose, vengono esportati. Nel 1860 Rosario è stata dichiarata metropoli insulare. Insieme alla vicina isola di Lanzarote, Fuerteventura è entrata a far parte della provincia di Las Palmas nel 1927.

I primi vacanzieri raggiunsero Fuerteventura nel 1966, stabilendo una nuova ricchezza sull’isola.

Il turismo diventa il settore economico più importante e assicura posti di lavoro a più di due terzi della popolazione. Soprattutto i tedeschi scoprono l’isola da soli. Nel 1994, 820.000 turisti hanno visitato Fuerteventura, di cui 505.700 provenienti dalla Repubblica Federale. Il turismo si sta ulteriormente sviluppando. L’atto di equilibrio tra il turismo alberghiero sulla costa e il turismo dolce nell’entroterra ha avuto successo. Soprattutto in inverno, l’isola è una delle destinazioni turistiche più importanti della Spagna.

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

Previous La Noche De San Juan a Fuerteventura - Curiosità & Tradizioni!
This is the most recent story.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *